it | en | fr | ru |
Contattaci subito chiamaci al +39.0541.24076 info@marselli.com

Ariminum: la Rimini romana

La Rimini romana

La struttura urbana di Rimini è ancora quella che plasmarono i coloni romani dalla sua fondazione nel 268 a. C. e soprattutto dall’impronta, in età imperiale, impressa dalla politica di Augusto che la trasformò profondamente secondo i canoni dell’ ”imago urbis” di Roma che ci ha tramandato Vitruvio.

Dalla sua fondazione, avvenuta in conseguenza della Battaglia di Sentino nel 295 a. C., nota anche come Battaglia delle Nazioni, con la quale i Romani strapparono questi luoghi ai Galli, Ariminum divenne subito un centro di fondamentale importanza strategica: era l'estremo confine di Roma e, conseguentemente era l'estremo avamposto sulla pianura Padana.

Per questo motivo i Romani fecero costruire in meno di un secolo – dal 220 a. C. al 132 a. C. - tre fondamentali strade consolari che incontreremo in seguito durante il nostro itinerario.

L’hotel Marselli, da cui partiamo, è ubicato in una posizione molto favorevole perché San Giuliano Mare è il quartiere di Rimini che, pur essendo al mare, è il più vicino al centro storico: per raggiungerlo infatti, dobbiamo percorrere solamente poco più di un chilometro.

l'itinerario proposto non si sofferma sulla descrizione dettagliata dei siti di interesse archeologico perché rimanda agli approfondimenti presenti sulle pagine del sito dell’ hotel Marselli e a quelli sulla rete  che è possibile visualizzare sul telefono o sul tablet.


Prima tappa: dall'hotel al ponte di Tiberio  (visualizza percorso)
Dall'hotel, svoltando a sinistra sulla via Carlo Zavagli, arriviamo in 15 minuti  al Ponte di Tiberio.  Si propone generalmente il percorso a piedi perché i siti da visitare suno tutti all'interno del centro storico di Rimini che è completamente pedonalizzato. Tuttavia per questa prima tappa è possibile optare anche per un percorso in auto, parcheggiando proprio a ridosso del Ponte di Tiberio.
Il Ponte di Tiberio, realizzato per l’attraversamento del fiume Ariminus, che ha dato il nome alla città, è posto alla fine del decumano massimo: da qui partivano, e partono ancora oggi, due importanti strade consolari:
  • la via Emilia, costruita a partire dal 187 a. C. ad opera del Console Marco Emilio Lepido, che attraversa la Pianura Padana fino a Piacenza.
  • La via Popilia costruita a partire dal 132 a. C. dal Console Publio Popilio Lenate che, seguendo più o meno l’attuale tracciato dell’attuale Romea, segue la costa collegando Rimini con Ravenna ed Aquileia.



Seconda tappa: dal Ponte di Tiberio a Piazza Tre Martiri  (visualizza percorso)

Dal Ponte di Tiberio entriamo nel centro storico di Rimini e, proseguendo lungo il Corso d'Augusto, arriviamo, in otto minuti dopo un percorso di 600 metri, in Piazza Tre Martiri,  l'antico foro romano.


 

Terza tappa: da Piazza Tre Martiri a Porta Montanara   (visualizza il percorso)     

Invece di proseguire sul decumano giriamo a destra in via Garibaldi, il vecchio cardo romano, e proseguiamo per 300 metri fino a raggiungere,  in 4 minuti,  Porta Montanara.  

Da Porta Montanara partiva la via Aretina che attraverso gli Appennini, costeggiando il fiume Marecchia, arrivava ad Arezzo, esattamente come oggi.



Quarta tappa: Da Porta Romana all'Arco di Augusto   (visualizza il percorso)  

Da Porta Montanara, ritornando un po’ indietro, si svolta in vicolo Santa Chiara: e percorriamo questo caratteristico vicolo fino in fondo per arrivare, dopo  550 metri in 4 minuti, all’Arco di Augusto.  

All'Arco di Augusto, la porta urbica più importante di Ariminum, arriva la strada consolare Flaminia che collega va, e collega tutt'ora, Roma con Rimini




Quinta tappa: Dall'Arco di Augusto all'Anfiteatro Romano   (visualizza il percorso)   

Con l’Arco di Augusto alle spalle girando vero sinistra attraverso il parco raggiungiamo, in nove minuti, dopo un percorso di 750 metri, l’Anfiteatro Romano di Rimini.




 
Sesta tappa: dall'Anfiteatro Romano alla Domus del Chirurgo  (visualizza il percorso)   

Dall’Anfiteatro romano proseguendo su via Roma si arriva, in 12 minuti dopo un percorso di 900 metri, alla Domus del Chirurgo.

Visitata la Domus possiamo completare  la visita alla Rimini romana visitando il museo della città vicinissimo alla Domus, in via Tonini, nel settecentesco Collegio dei Gesuiti, che ha ricostruito a dimensione reale due stanze della Domus del Dott. Eutyches: l'ambulatorio ed il "Day Hospital" 
.



Si completa così l'itinerario della Rimini romana da qui, arrivare all'albergo ci si impiega 20 minuti   (visualizza percorso) . Dopo la fatica, ma ovviamente gratificante,  in hotel vi attende l'albergatore che sarà felicissimo di offrirvi una buona birra!


 

« Tutte le escursioni

Offerte



Al momento non ci sono offerte
Privacy Policy Privacy Policy Cookie Policy